Logo

Vista panoramica dal Monte S.Angelo nella parte centrale di Lipari, guardando verso sud con l'isola di Vulcano nello sfondo. A sinistra il centro abitato principale di Lipari e centro amministrativo di tutte le isole Eolie tranne Salina. Sopra la città a destra si vede il complesso di duomi lavici di Monte Guardia, formatosi durante un ciclo eruttivo circa 20 mila anni fa. Foto ripresa il 15 settembre 1995 da Boris Behncke

Numero di catalogo: 0101-042 (Smithsonian Institution, Global Volcanism Program)
Altezza sopra il livello del mare: 602 m (Monte Chirica)
Ubicazione: 38.48°N, 14.95°E
Superficie totale: 38 chilometri quadrati (isola di Lipari)

Lipari è la più grande e geologicamente più complessa delle Isole Eolie, nonché centro amministrativo (comune di Lipari) per tutte le isole ad eccezione di Salina. Composto da numerosi centri eruttivi che mostrano un allineamento più o meno nord-sud, l'isola è allungata in tale senso. Il punto culminante è il Monte Chirica nella parte settentrionale dell'isola, anche se il profilo di Lipari viene dominato dal grande edificio centrale di Monte S.Angelo, che con i suoi 594 m di altezza è solo poco inferiore alla vetta del Monte Chirica.
Lipari è un sistema vulcanico tuttora attivo, come dimostra una debole attività idrotermale e fumarolica nella parte occidentale dell'isola. Le ultime eruzioni sono avvenute in tempi storici, nella parte nord-orientale dell'isola, a Monte Pilato. Una fase iniziale altamente esplosiva intorno all'anno 776 AD ha distrutto un duomo di ossidiana (lava riolitica) pre-esistente, e costruito l'anello piroclastico del Monte Pilato. Successivamente dalla bocca eruttiva è stata emessa una massa lavica riolitica, estremamente viscosa, la cui messa in posto potrebbe aver durato diversi secoli. Una datazione recente attribuisce a questa colata un'età ancora più recente: si sarebbe formata attorno all'anno 1230.

Evoluzione geologica di Lipari

Torna all'indice delle Isole Eolie

Lipari_pilato

Monte Pilato, il vulcano più giovane di Lipari, nella parte nord-orientale dell'isola, visto dall'aereo, 19 luglio 2011. Il cono è largamente costituito da spessi depositi di pomice bianca, prodotta nelle ultime due eruzioni di 8000 e 1500 anni fa. Si nota la cospicua colata lavica di composizione riolitica, Rocche Rosse, emessa in seguito all'ultimo evento. Foto di Boris Behncke

Lipari_1996_27_01_400

Evidenza di un vulcanismo violentemente esplosivo, gli affioramenti di prodotti piroclastici sono presenti in molte località sull'isola di Lipari. Questa sequenza di depositi di surge del ciclo di Monte Guardia si trova lungo il sentiero di Valle Muria, nella parte sud-occidentale dell'isola. Foto di Boris Behncke

 

Lipari_1997_19_04_400

Duomo lavico di Monte Guardia nella parte meridionale di Lipari, prodotto durante un maggiore ciclo di attività esplosiva ed effusiva circa 20 mila anni fa. Foto di Boris Behncke

Credits | DISCLAIMER
Joomla! è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! [Valid RSS]