Logo

ATTIVITA' DELL'ETNA, 15 MARZO 2017

Nel mattino del 15 marzo 2017, un nuovo episodio eruttivo è iniziato al Cratere di Sud-Est dell'Etna. Come durante l'episodio eruttivo precedente (27 febbraio - 1 marzo 2017), la bocca eruttiva in attività si trova nella zona dell'ex "sella" fra il Cratere di Sud-Est (SEC) e il Nuovo Cratere di Sud-Est (NSEC).

Dopo la fine dell'ultimo episodio eruttivo, nella tarda serata dell'1 marzo, si era osservata una sporadica e debole attività esplosiva alla bocca eruttiva; negli ultimi giorni questa attività si era gradualmente intensificata. Nelle ore mattutine del 15 marzo, ha avuto inizio un piccolo trabocco lavico dalla bocca eruttiva sul fianco meridionale del complesso SEC-NSEC. Dopo le ore 07:00 UTC (=ore locali -1), si è registrato un rapido incremento dell'attività eruttiva nonché dell'ampiezza del tremore vulcanico. Alle ore 09:00 UTC, l'attività era caratterizzata da quasi costanti esplosioni stromboliane che hanno generato modeste quantità di cenere vulcanica, che si è rapidamente dispersa nell'atmosfera. La colata lavica aveva raggiunto la base del cono e si stava lentamente espandendo sul terreno pianeggiante verso sud.

Nel tardo pomeriggio, la colata di lava aveva continuato di avanzare sovrapponendosi a quella emessa durante l'episodio eruttivo precedente. L'intensità dell'attività stromboliana ha raggiunto un picco intorno alle ore 17:40-17:45 UTC, però nella serata, si è osservata una graduale diminuzione sia dell'attività eruttiva sia dell'ampiezza del tremore vulcanico, per continuare poi con fluttuazioni. La colata di lava non era più alimentata. Poco prima delle ore 23:00 UTC, una nuova piccola colata di lava è stata emessa da una bocca sul fianco meridionale del cono.

ACTIVITY AT ETNA, 15 MARCH 2017

On the morning of 15 March 2017, a new eruptive episode started at Etna's Southeast Crater. As during the previous eruptive episode (27 February - 1 March 2017), the eruptive vent was located in the area of the former "saddle" between the southeast Crater (SEC) and the New Southeast Crater (NSEC). 

After the end of the latest eruptive episode, on the late evening of 1 March, sporadic, weak explosive activity had continued at the active vent; during the past few days this activity had shown a gradual intensification. In the early morning hours of 15 March, a small lava flow started oozing down the south flank of the SEC-NSEC cone complex. After 07:00h UTC (=local time -1), the eruptive activity rapidly intensified, and the volcanic tremor amplitude showed a marked rise. By 09:00h UTC, Strombolian explosions were nearly constant and generated modest amounts of volcanic ash that was rapidly dispersed in the atmosphere. The lava flow had reached the base of the cone and was slowly expanding on the gently sloping terrain toward south. 

During the late afternoon, the lava continued to advance on top of the lava flow of the previous eruptive episode. The intensity of the Strombolian activity reached a peak around 17:40-17:45h UTC, but in the evening there was a gradual diminution of both the eruptive activity and the volcanic tremor amplitude, after which both showed fluctuations. The lava flow was no longer fed. However, shortly before 23:00 UTC, a new small lava flow was emitte from a vent on the south flank of the cone. 

Credits | DISCLAIMER
Joomla! è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! [Valid RSS]