Logo

AGGIORNAMENTO ETNA, 10 OTTOBRE 2016

Due mesi dopo l'apertura di una piccola bocca degassante nella parte orientale del cratere Voragine dell'Etna, nel primo pomeriggio del 10 ottobre 2016 è avvenuta un evento esplosivo al cratere Bocca Nuova o nella zona a confine fra essa e la Voragine. Questa sarebbe la prima attività eruttiva osservata alla Bocca Nuova dopo il suo riempimento con i prodotti della Voragine durante le eruzioni di dicembre 2015 e maggio 2016.

L'esplosione è avvenuta alle ore 13:26 UTC o 15:26 locali, producendo una distinta anomalia nelle immagini delle telecamere termiche sulla Montagnola (EMOT; vedi prima immagine a sinistra) e a Bronte (EBT; seconda immagine a sinistra), nonché un piccolo pennacchio di cenere grigia (vedi la terza immagine a sinistra, ripresa dalla telecamera visiva sulla Montagnola, EMOV) che si è alzato di poche centinaia di metri sopra la sommità del vulcano. E' stato un evento singolo, che ha prodotto anche un chiaro segnale sismico; nelle ore successive si sono registrati altri, più piccoli eventi sismici, il più forte alle ore 15:16 UTC (17:16 locali), però la copertura nuvolosa ha reso impossibili le osservazioni visive e termiche.

Nelle ultime settimane era continuato il degassamento non-eruttivo dalla bocca degassante formatasi il 7 agosto 2016 nella parte orientale della Voragine, accompagnato da rarissime e piccolissime emissioni di cenere (materiale vecchio) dalla bocca eruttiva posta sull'alto fianco orientale del Nuovo Cratere di Sud-Est. Contrariamente a quanto riferito nei primi giorni dopo l'apertura della bocca del 7 agosto 2016, non sembra mai esserci stata attività stromboliana da essa, ma solo emissione di gas ad altissima temperatura, producendo talvolta vivaci bagliori visibili di notte.

ETNA UPDATE, 10 OCTOBER 2016

Two months after the opening of a small degassing vent in the eastern part of Etna's Voragine crater, on the early afternoon of 10 October 2016, an explosive event occurred at the Bocca Nuova crater, or in the area between this crater and the nearby Voragine. This would be the first eruptive activity observed at the Bocca Nuova after it was filled by the products from the Voragine during the December 2015 and May 2016 eruptions.

The explosion occurred at 13:26 UTC or 15:26 local time, producing a distinct anomaly in the images recorded by the thermal cameras at the Montagnola (EMOT, see first image at left) and at Bronte (EBT, second image at left), and a small puff of ash that rose a few hundred meters above the summit of the volcano. It was a single event, which also produced a conspicuous seismic signal; during the following hours, similar though smaller seismic events were recorded, the strongest at 15:16 UTC (17:16 local time), but cloud cover precluded any visual and thermal observations.

During the past weeks, non-eruptive degassing had continued from the vent that opened in the eastern portion of the Voragine on 7 August 2016, accompanied by very rare and rather minor emissions of ash (old pulverized rock) from the eruptive vent located on the upper east flank of the New Southeast Crater cone. Differently from what was thought in the days after the opening of the 7 August 2016 vent, there does not seem to have been any Strombolian activity at this vent, but only emission of high-temperature gas, producing sometimes quite vivid glows visible at night.

Credits | DISCLAIMER
Joomla! è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! [Valid RSS]